Solito problema! 

Salve, scusatemi se ieri non ho più messo l’articolo riguardante l’ambito artistico ma ho sempre il solito problema con il computer, per cui dovrete pazientare. Spero di riuscire a caricarlo domani. 

A prestissimo e scusate ancora! 🙂 

Annunci

7 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. SaraTricoli
    Lug 17, 2017 @ 08:50:48

    Buongiorno Giulia, forse non ti ho mai detto che la frase che hai scelto: “Scrittore è colui che decide di essere libro” mi piace tantissimo…
    Hai proprio ragione, quando scrivo mi sento libera e per me la libertà è il dono più bello e desiderato ^_^
    Buona giornata ❤

    Liked by 1 persona

    Rispondi

    • Giulia
      Lug 18, 2017 @ 21:33:12

      Grazie mille davvero! Sì, chiunque scriva penso si senta libero perché in quel momento si è da soli con il foglio e la penna (o per altri il computer) e credo non ci sia nulla di più bello! Grazie ancora, cara e buona serata! 😚❤

      Liked by 1 persona

      Rispondi

  2. marcello comitini
    Lug 21, 2017 @ 10:14:12

    Ma che “scrittore è colui che decide di essere LIBRO” (come ha scritto Sara Tricoli) è davvero una splendida definizione, una definizione che coglie come in un lampo di flash chiunque abbia deciso di scrivere. Quando si rilegge ciò che si è scritto alla fine ci si sente chiuso dentro le pagine di un libro, libero solo quando il lettore le sfoglia leggendole. È il secondo aspetto della libertà (una libertà condivisa) che completa il senso di libertà individuale propria dell’atto dello scrivere.

    Liked by 1 persona

    Rispondi

    • Giulia
      Lug 22, 2017 @ 00:52:49

      Sì, è anche una libertà condivisa e ho scelto questo nome per il mio blog perché lo penso veramente. Tra l’altro, mi è rimasta impressa la frase che Anna Frank aveva scritto sul suo diario, ovvero che il foglio ti ascolta, sta in silenzio e non sta a lì a giudicarti come magari potrebbe fare una persona. Ed è la verità. Quando scriviamo siamo liberi di poter esprimere ogni nostro sentimento, ogni nostra paura senza dover pensare ad una risposta dall’altra parte perché molto spesso, in fondo, ciò di cui si ha bisogno quando si esternano le proprie paure o altri sentimenti, è il silenzio.

      Liked by 1 persona

      Rispondi

  3. isidoromartinelli
    Lug 21, 2017 @ 22:41:13

    Tutto molto bello e pittoresco !
    Auguri per la festività.

    Liked by 1 persona

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: